Lean Startup, Design Thinking e Agile – Tre modelli per la crescita della tua startup! 🚀

Lean Startup, Design Thinking e Agile – Tre modelli per la crescita della tua startup! 🚀

DESIGN THINKING

Design Thinking è un processo iterativo nel quale proviamo a capire: il
dolore dell’utilizzatore, sfidare le assunzioni e definire i problemi, per
creare nuove strategie e soluzioni.

Opposto al “Brainstorming”, il Design Thinking promuove il “Painstorming”,
in modo da capire al meglio i problemi dell’utilizzatore.

Le fasi del Design Thinking, sono le seguenti:

  • Ascoltare i consumatori
  • Definire le necessità, i problemi e gli insight
  • Ideare e creare soluzioni tramite idee innovative
  • Ideare prototipi di soluzioni
  • Testare le soluzioni

Secondo Tim Brown, CEO di IDEO: “Il Design Thinking è un approccio
incentrato sull’uomo verso l’innovazione, che utilizza le skill del designer
per integrare: le necessità dei consumatori, le possibilità tecnologiche e le
richieste per il successo del business.”

LEAN STARTUP

Lean StartUp è una metodologia per sviluppare imprese e prodotti, il cui
obbiettivo è velocizzare i cicli di sviluppo del prodotto e capire rapidamente
se un determinato business model è funzionale; questo è possibile adottando una
serie di business model sperimentali, testando prodotti ed imparando da questi.

La metodologia Lean è nata in Silicon Valley negli anni 90, ma l’uso della
parola “lean” ha le sue radici nel sistema di produzione lean di Toyota; questo
sistema di manodopera di Toyota era utilizzato per costruire in maniera
efficiente, senza costrizioni su cio che deve essere costruito.

Utilizzando le parole di Eric Ries: “La metodologia Lean utilizza un
approccio scentifico per creare, gestire e consegnare prodotti desiderati nelle
mani dei consumatori, in  modo più
veloce; la “Lean Startup” insegna come guidare una startup, cambiare direzione,
e quando perseverare per crescere a velocità massima. È una metodologia
incentrata sullo sviluppo di nuovi prodotti.”

AGILE

“Agile” è un modo di lavorare, basato sullo sviluppo iterativo e sulla
continua rivalutazione e miglioramento del prodotto.

Come spesso succede nello sviluppo di un software, è basato su un’idea
chiara del prodotto e del suo mercato

Invece di concentrarsi su una serie di caratteristiche da sviluppare, la
metodologia “Agile” si concentra, inizialmente, sulle caratteristiche ad alto
valore.

Agile si basa totalmente sul produrre risultati tangibili e funzionali dopo
ogni sviluppo; secondo i 12 principi del Manifesto Agile, “un software
funzionale è il primo segno di progresso”. Consegna una bozza, poi rivisitala
su consiglio dell’editore; mai consegnare il lavoro finito tutto insieme!

PERCHÈ UNIRE LE TRE METODOLOGIE?

Globalmente, oltre il 90% delle StartUp fallisce, una delle cause principali è proprio la produzione di prodotti/servizi che nessuno vuole. Unire queste 3 tecniche può aiutare concretamente a capire cosa vuole il consumatore e ridurre il rischio di fallimento.

Se sei uno startupper e vuoi approfondire queste tematiche nel dettaglio
contattataci su: info@capitalventureconsulting.com

Nessun commento

Rispondi